Armando d’Angeli – Teatrante

” Sui trampoli coi nostri magici fuochi illuminiamo le piazze della storia
Sui trampoli nei centri storici più belli d’Italia abbiamo restituito al pubblico storia viva.”

 

Armando e il suo gruppo ridanno vita alle antiche città medievali d’Italia attraverso spettacoli teatrali sui trampoli. Scenografie di fuoco, acrobazie sui trampoli, giochi pirotenici: è così che il teatro del ramino racconta di antiche leggende tramandate nel corso della storia, di miti e avventure lontane. Armando, coordinatore del gruppo,racconta di sè e della storia di questa compagnia teatrale sempre in movimento.

 

Come nasce il progetto?

Il progetto nasce dalla necessità di animare delle feste medievali. Nasce dal mio paese: Castignano, dove da quasi 30 anni esiste una festa medievale in cui vengono messi in scena spettacoli. Dopo qualche anno il direttore artistico di queste feste ha deciso di creare un gruppo che inizialmente faceva spettacoli in loco; con il tempo ha iniziato a muoversi nelle realtà locali di tutta Italia, a volte anche all’estero.
Cio che ci spinge a farlo è la voglia di divulgare lo spettacolo, il campo è un palcoscenico naturale. Il palcoscenico te lo porti sui piedi. Ma c’è anche la voglia di unire quest’arte al viaggio, alla conoscenza di persone e diverse realtà.

 

È un lavoro per te fare teatro?

Non è un lavoro, è una grande passione. Facciamo sui 50 spettacoli all’anno e ci porta via tutto quello che è il nostro tempo libero. Purtroppo in italia in questo momento non si riesce a vivere solo di questo. Anche nei gruppi più grandi magari trovi 1 o 2 persone che lo fanno come lavoro, ma gli altri si occupano di altro.

 

Spettacolo per la Festa dell’Autoliberazione di Poggio Mirteto dallo Stato Pontificio.

 

Raccontaci di una delle vostre trasferte.

Una delle cose più assurde che abbiamo fatto è stato mettere in scena lo spettacolo di Santiago.
Ogni volta che c’è da fare uno spettacolo nuovo ci sono diversi modi per farsi vedere da qualcuno. Abbiamo così deciso, nel 2014, di fare gli ultimi 160 km del cammino interamente con i trampoli. Eravamo in 9 persone con un furgone d’appoggio. Alla fine, su 5 trampolisti, 3 persone sono riuscite a portare a termine l’impresa.
Penso che siamo stati gli unici al mondo a fare una follia del genere. È stato divertente, ma è bello quando ci pensi. Al momento spesso ti ritrovi davanti a situazioni pericolose ed angoscianti. Il percorso è scosceso e per la maggior parte del tempo ha piovuto, l’ultimo giorno c’era anche la neve.

 

Da dove arriva il nome “teatro del ramino”?

Il ramino è il legno con cui sono fatti I trampoli, il palcoscenico del nostro teatro; ma ora questo materiale è protetto e non si può più usare, quindi ricorriamo ad altri tipo di legno.

 

Ci sono personaggi a cui ti ispiri?

Quando abbiamo fatto il cammino ci siamo ispirati alle epopee dei templari. A volte ci ispiriamo a personaggi cavallereschi come al Don Chisciotte di Cervantes e al mito.
Abbiamo provato a fare uno spettacolo su la Sibilla che è un romanzo medievale.

 

Templario Festival di Catignano – 2017

 

Come ti sei formato?

Facevo parte del gruppo iniziale in cui c’era un altro istruttore. Succesivamente sono rimasto l’unico di quel gruppo e sono diventato il meastro. La mia non è una scuola. Quelli che arrivano piano piano entrano nello spettacolo e imparano ad andare sui trampoli. Non insegno per fare lo spettacolo a qualcun’altro, usiamo una tecnica tutta nostra che utilizziamo per noi.

 

Com’è organizzato il gruppo?

Siamo circa 20 persone. Io cerco di insegnare a tutti i trampoli e un po’ di recitazione. Ci sono poi persone che si occupano dei costumi e delle maschere. La scenografia è arricchita da musiche ed effetti di luce che aiutano ad evocare la storia raccontata. A volte collaoriamo anche con dei ballerini.

 

Hai progetti per il futuro?

Questo è il momento del progetto. Stiamo vedendo come organizzare lo spettacolo per la tournè estiva di quest’anno. Ho dei personaggi che mi si stanno muovendo all’interno: voglio mettere in scena quelli che sono i nostri incubi, le nostre paure. Non deve mai annoiare.

 

 

Firenze – MTV Awards 2013

 

 

Spettacolo L’arcano Sogno

 

Per saperne di più ecco qui i il sito del Teatro del Ramino: http://www.teatrodelramino.it/