Alberto Olaya Garcia – Videomaker

“Ora sono qui a fare il giro di tutta l’Asia e quando la sera sono a letto, prima di addormentarmi, penso a quanto non avrei mai immaginato di finire in certi luoghi.”

 

 

Alberto è partito ormai da un anno per fare il giro di tutta l’Asia. Ha iniziato in India per poi andare in Nepal, Sri Lanka, Indonesia, Singapore, Malesia, Myanmar, Thailandia, Laos, Cambogia, Vietnam, Filippine, Taiwan. Ora si trova ad Hong Kong. Il suo obbiettivo è quello di arrivare fino in Giappone anche se i suoi piani stanno con il tempo cambiando e sta nascendo in lui il desiderio di spingersi oltre per scoprire un altro continente. Tutti i luoghi che visita sono fedelmente documentati, per mezzo della sua telecamera, tramite dei video che periodicamente pubblica sul suo canale YouTube. Alberto ci accompagna così per il mondo attraverso delle immagini capaci di renderci partecipi, che mostrano non solo i luoghi ma anche le sue esperienze di viaggio. Troverete consigli su come viaggiare con pochi soldi, ma anche informazioni che riguardano la cultura del luogo. L’aspetto più interessante del viaggio di Alberto è che egli affronta tutto ciò con soli 15 euro al giorno per dimostrare che tutti possono viaggiare.

 

 

Qual è l’obiettivo del tuo lungo viaggio?

Onestamente non lo so bene nemmeno io. Un anno fa iniziai questa avventura con l’idea di viaggiare per tutta l’Asia in un anno, ma ora non intenzione di fermarmi. Ho cambiato i miei piani; voglio continuare a visitare città dopo città e non ho idea di quando tornerò a Madrid. Ecco, il mio obiettivo è quello di continuare a viaggiare più che posso, ma soprattutto conoscere le diverse culture così da poterle comparare. La parte più interessante del viaggio è per esempio vedere quanto l’India sia diversa dalla Cina, la Cambogia dalla Thailandia o rispetto alla Malesia o al Vietman. Ogni paese in Asia ha una cultura propria.

 

 

GIORNO 110: Surabaya, Indonesia
GIORNO 110: Surabaya, Indonesia

 

Perchè hai deciso di viaggiare spendendo solo 15 euro al giorno?

Penso che 15 euro al giorno siano sufficienti per un backpacker. Si potrebbe anche viaggiare con meno soldi. Conosco persone che viaggiano con 10..5 euro al giorno. Ci sono giorni in cui anche io spendo solo 5 euro, altri 20 euro.. La maggior parte delle persone pensano che viaggiare sia costoso, ma non è così. In realtà 15 euro qui in Asia bastano per il cibo, i trasporti, le visite, l’alloggio.. Qualsiasi persona può spendere gli stessi soldi e quello che voglio dimostrare è proprio questo: TUTTI possono viaggiare per pochi soldi.

 

 

Non ti senti stanco dopo aver viaggiato così tanto da solo?

Non mi sento stanco perchè se penso al mio ritorno in Spagna dove abito provo tristezza. So che quel giorno arriverà prima o poi, ma non è ancora il momento per me per porre fine a questa avventura. Per questo sto cercando di spendere meno soldi che posso così da poter permettermi di viaggiare per più tempo. Non mi sento stanco ma posso dire che a volte sento il bisogno di rilassarmi. Cambio città quasi ogni giorno e questo significa fare lo zaino ogni giorno, pensare sempre ai trasporti e al posto dove dovrò dormire.. questa è diventata la mia routine che è molto divertente da una parte ma a volte ho bisogno di fermarmi un po’, quindi in alcuni posti capita che decido di fermarmi per un arco di tempo più lungo. Quando ero in Cambogia ho passato una settimana intera su un isola, ora sono in Taiwan per un mese e mezzo e ho deciso di fermarmi a Taipei di più per recuperare le energie e prepararmi per le prossime tappe.

 

 

Annapurna, Nepal - "Dopo 13 giorni di intensa camminata, un infortunio al ginocchio, un viaggio in autobus dove stavamo quasi per cadere da un burrone, eccomi alla fine del trekking. è stata dura, ma non posso essere più che orgoglioso di aver affrontare questa sfida. Ora si ritorna alla civiltà.. "
Annapurna, Nepal – “Dopo 13 giorni di intensa camminata, un infortunio al ginocchio, un viaggio in autobus dove stavamo quasi per cadere da un burrone, eccomi alla fine del trekking. è stata dura, ma non posso essere più che orgoglioso di aver affrontare questa sfida. Ora si ritorna alla civiltà.. “

 

 

L’ideazione di come vuoi che il video risulti nasce prima o dopo che visiti i luoghi?

Di solito l’idea mi viene mentre ascolto la musica. In quel momento sono ispirato e mi immagino il video e come vorrei montarlo. è possibile anche che l’idea venga nel momento stesso in cui mi ritrovo davanti ai soggetti che voglio riprendere oppure che si presentino delle piccole sorprese che non mi aspettavo e quindi le aggiungo, ma penso che un buon video debba essere preceduto da un progetto prestabilito.

 

 

Quando monti i video se durante il giorno sei sempre in giro?

Principalmente li monto di notte perchè durante il giorno di solito devo spostarmi.. visitare.. fare le riprese.. ci sono delle volte in cui invece mi prendo un giorno libero solo per montare il video.

 

 

Mumbai, India – “Poco a poco mi sto abituando ad ogni momento di questa nuova vita da nomade. Devo dire che amo la follia dei treni della morte di Bombay. Naturalmente, questo è un paese dove è difficile annoiarsi.” (chiedo bene cosa c’è scritto)

 

Cosa cerchi di esprimere attraverso i tuoi video?

Cerco di dimostrare che tutti possono avere questa esperienza. La maggior parte delle persone pensa che chi viaggia abbia un sacco di soldi per poterlo fare. In realtà si può viaggiare con pochi soldi. Quando ero più giovane guardavo i bellissimi paesaggi nel mondo da documentari, immagini su internet o da Instagram e automaticamente pensavo che non sarei mai potuto andarci. Ora sono qui a fare il giro di tutta l’Asia e quando la sera sono a letto, prima di addormentarmi, penso a quanto non avrei mai immaginato di finire in certi luoghi. Ci trovo un qualcosa di magico in tutto questo. Vorrei dimostrare che come io sono finito qui partendo dal nulla anche tutti gli altri potrebbero farlo.

 

 

Qual è stata la parte più difficile del tuo viaggio? Perchè?

Le cose più difficili sono anche le più divertenti a volte. In questo tipo di viaggio devi sempre pensare a tutto per te stesso e quando sei in una città che non conosci, da solo, e non sai la lingua, a volte può essere complicato organizzarsi. In India o in Cina per esempio è stato difficilissimo trovare i trasporti. Tante volte non ci sono altre alternative e quindi devi aspettare e aspettare per prendere un mezzo di trasporto su cui poi magari passerai una giornata intera in condizioni pericolose e alquanto strane. Ricordo quando dovevo andare da Katmandu in Nepal fino a Calcutta in India ?: ho passato due giorni interi sui mezzi perchè non avevo idea di come muovermi per via terra senza prendere l’aereo. Ho fatto tutto da solo prendendo bus, treni, taxi.. è stato veramente difficile ma alla fine sono stato abbastanza fortunato.

 

 

Yogyakarta, Indonesia
Yogyakarta, Indonesia

 

 

Quali sono i tuoi progetti per il futuro?

è una bella domanda perchè in realtà non lo so nemmeno io. Quando ho lasciato la mia città (Madrid) la mia idea era quella di viaggiare per un anno partendo da Mumbai in India per arrivare fino a Tokyo in Giappone, ma molti dei miei piani nel tempo sono cambiati. è passato un anno e in Giappone non ci sono ancora arrivato, ho passato molto più tempo in altre città. Il mio progetto ora è solo quello di viaggiare più che posso. Quando avrò finito il mio giro dell’Asia mi piacerebbe cambiare continente.. andare in Australia o in Nuova Zelanda oppure in Sud America. A dir la verità vorrei vedere tutto il mondo. Tutto dipende dal volo più economico che troverò ma anche da ciò che vorrò realmente fare… bisogna trovare un compromesso. A volte è difficile pensare a questo tipo di vita ma allo stesso tempo la trovo veramente divertente. Dico sempre a tutti che un’esperienza del genere dovrebbe essere provata almeno una volta nella vita, non solo per il divertimento, ma anche per la crescita personale a cui ti porta. Può sempre tornare utile nel futuro perchè si scoprono moltissime cose che a scuola non si possono imparare.

 

 

Ninbinh, Ninh Bình, Vietnam.
Ninbinh, Ninh Bình, Vietnam.

 

Qui il canale YouTube di Alberto “Viajando por 15”.

Qui il suo profilo Instagram per restare aggiornati su tutti i suoi spostamenti.